News

Internet of things, digitalizzazione per gli uffici

Nella nuova era digitale, le cose collegate a internet stanno invadendo le nostre case ma anche gli uffici. Migliorandoci la vita e agevolandoci il lavoro.

Il termine Internet of Things o l’abbreviazione IoT è stato coniato da Kevin Ashton nell’ambito delle telecomunicazioni per definire tutti quegli oggetti che sono in grado di collegarsi alla rete internet interagendo con l’essere umano attraverso dispositivi digitali come smartphone o tablet. Applicato maggiormente al settore domestico, questo fenomeno offre numerosi vantaggi anche nel mondo office per rendere i lavoratori più contenti, il flusso dell’organizzazione e delle attività più efficienti.

Quali sono i campi di applicazione dell’Internet of Things

All’interno delle mura domestiche è sempre più in voga l’uso di lavatrici, frigoriferi ed elettrodomestici intelligenti dotati di sensori e sistemi di controllo in grado di monitorare una macchina sulla base delle funzioni da svolgere. A tal proposito, alcuni esempi di Internet of Things sono i frigoriferi che inviano notifiche sullo smartphone quando qualche alimento presente al loro interno sta per scadere o i sistemi di domotica che consentono di attivare e disattivare gli elettrodomestici, il riscaldamento e le luci anche da remoto via smartphone.

Per questo sentiamo sempre più spesso parlare di smart citysmart buildingsmart homesmart mobilityindustria 4.0, ma anche smart office. Questa nuova tecnologia trova il suo ambiente ideale negli uffici dove può essere applicata in tre differenti categorie: le infrastrutture, i dispositivi domestici riciclati per l’ufficio (domotica o frigoriferi) e i dispositivi specifici per le aziende quali sistemi innovativi per le videoconferenze, stampanti multifunzione collegate agli smartphone e molto altro ancora.

Esempi di Internet of Things in ufficio

Immaginiamo un distributore automatico che, senza alcun intervento da parte di un essere umano, chiama o invia una mail direttamente al fornitore di snack e bevande quando qualche prodotto sta terminando. Questo è possibile soltanto adottando degli oggetti intelligenti in grado di sollevare i dipendenti da attività futili per concentrarsi meglio sul proprio lavoro. Altri esempi di IoT in ufficio sono:

  • Le telecamere di sicurezza che consentono di monitorare via smartphone le presenze, i visitatori e i movimenti negli spazi sensibili dell’azienda come la sala server
  • Il termostato intelligente che regola il clima nei locali aziendali in base alla presenza o meno di gente al lavoro, oltre che in base alle condizioni climatiche esterne
  • sistemi di illuminazione intelligenti che permettono di regolare le luci da smartphone, di programmare l’accensione o lo spegnimento in base agli orari di attività e possono venire collegati a serrature intelligenti che comunicano quando le porte si aprono e le luci devono accendersi
  • La gestione delle sale riunioni attraverso i nostri monitor interattivi dotati di NFC con riconoscimento delle autenticazioni tramite badge che possono essere fruiti da PC, ma anche da smartphone, proiettando su diversi dispositivi collegati alla stessa rete
  • sistemi di stampa intelligenti a marchio UTAX che prevedono la possibilità di stampare da mobile, anche senza essere fisicamente vicini alla multifunzione o collegati alla wireless aziendale

Quali sono i benefici dell’IoT in ufficio

L’utilizzo dell’IoT aiuta a migliorare la qualità di vita delle persone, la sicurezza, il risparmio energetico e i costi che gravano sui budget aziendali. Grazie alla possibilità di gestire gran parte degli oggetti presenti in azienda da remoto, il mondo dell’Internet of Things rappresenta una grande opportunità per le aziende sia in termini di risparmio di tempo che di denaro. Se anche tu sei interessato a queste nuove soluzioni per l’ufficio, contattaci e scopri come possiamo aiutarti a diventare più smart con gli strumenti e le soluzioni giuste.